Regolamento Aggiornato
Aggiunti paragrafi dal 34 ( percorso per i nuovi piloti ) al 52
Siete invitati a dare conferma con un messaggio dopo aver preso visione delle modifiche apportate al regolamento cliccando QUI

Premessa

Al fine di evitare l'intervento dell'Amministratore e/o dei Moderatori e per un corretto uso del sito GTS è necessario rispettare alcune semplici regole .

 

  trasparente ombra link

Per una civile e pacata convivenza sul nostro sito, nonchè per una lettura più agevole, invitiamo tutti gli utenti a leggere il seguente regolamento, e a seguire quanto scritto in questa pagina, in modo da evitare disagi sia per se stessi che con terzi. Ovviamente si tiene sempre conto di un linguaggio educato, aperto alla conversazione e non ostile nei confronti degli interlocutori, al fine di evitare spiacevoli incomprensioni, e in modo da poter seguire una pacata e corretta discussione, ricevere maggiori informazioni riguardo eventi, tornei, altri argomenti affini al forum o Off Topic .

 


Generale

Prima-di-postare

Eventi-non-consentiti

Segnalazioni

Note-generali

Chiusura-discussioni

Ban-utenti

Messaggi-privati

Regolamento GTS Racing Team

Allontanamento

Nuovi Piloti

Direzione Sportiva

Regolamento Sportivo

Regole e Bandiere

Comportamento in pista

 
GENERALE

1) In questo sito vigono le stesse leggi dello Stato Italiano; l'Amministrazione di questo sito, si impegna a denunciare alle Autorità Competenti, coloro che le trasgrediscono, assicurando la massima collaborazione;
2) Ogni utente è responsabile delle proprie azioni; ogni messaggio rispecchia il pensiero dell'Autore, lo stesso  quindi responsabile di quanto scrive. Una volta inserito un messaggio, foto ecc, questi diventano proprietà del Forum e soggette alla legge sui diritti d'autore, pertanto, se copiati ed inseriti in altre pubblicazioni, anche WEB, deve essere citato il link alla fonte. E' vietata la cancellazione dei messaggi, se non dietro espressa autorizzazione dell'Amministratore.
3) l'Amministrazione e lo Staff si impegnano far rispettare il seguente regolamento, e richiedono la piena collaborazione di tutti gli utenti;

4) Prima di postare
- E' EDUCATO presentarsi nella sezione AREA PRESENTAZIONI aprendo un thread avente come titolo il nick dell'utente che intende registrarsi, possibilmente evitando post del tipo "ciao sono tizio", abbiate la bontà di dirci chi siete. -  necessario prima di intraprendere qualsivoglia azione sul sito leggere attentamente il regolamento generale
- Non aprire MAI nuove discussioni se sono presenti topic che già trattano l'argomento.

5) Non sono consentiti/e
5.0)- discussioni riguardanti pornografia, pirateria informatica (internet, radio, televisione, satelliti e telefonia) e pubblicità di alcun tipo, oltre a qualsiasi attivituà illecita ai sensi delle vigenti leggi italiane;
5.1) - discussioni di carattere politico e/o religioso, o di altri argomenti a giudizio dell'Amministratore e/o dei Moderatori non consentiti;
5.2) - atteggiamenti sarcastici e denigratori che possano in qualche modo inasprire il clima delle discussioni;
5.3) - immagini e/o testi di propaganda politica (ma non solo). Valido anche per Avatar e Firme;
5.4) - insulti tra gli utenti. In tal caso, in base al contesto della discussione, i Moderatori avranno piena discrezionalituà nella scelta dei giorni di sospensione od eventuale bannaggio, adottato come misura estrema;
5.5) - criticare l'operato dei Moderatori in forma Pubblica. Le critiche dovranno essere portate avanti in forma privata, tramite Messaggi Privati. In caso di sospensione o bannaggio, evitare di re-iscriversi per protestare.
5.6) -Vietato scrivere in maiuscolo, ricordatevi che scrivere maiuscolo significa GRIDARE,  è scortese e sconsigliato dalla Netiquette
5.7) -E' d'obbligo l'uso della lingua Italiana; vietato quindi l'uso di scrittura tipo SMS e abbreviazioni non proprie della lingua Italiana

6) Segnalazioni
- Comportamenti non compatibili con il suddetto regolamento andranno segnalati all'Amministratore o ai Moderatori attraverso i canali ritenuti più comodi (MP, e-mail).

7) Avatar, Firme e Link a siti internet
- le Firme possono essere sia di tipo testuale o grafico,


8) Note Generali
- Evitare di iscriversi con più nick,possibilmente iscrivetevi con lo stesso nick che usate in game ;
-

9) Contestazioni di Gare
L'operato dei Moderatori è insindacabile e può essere giudicato solo dall'Amministratore del forum.
E' comunque permesso chiedere spiegazioni, non utilizzando però lo spazio pubblico del forum. Eventuali contestazioni vanno fatte via e-mail oppure tramite Messaggi Privati. Verrà immediatamente chiuso ogni thread avente come oggetto argomenti di contestazione in chiave polemica. Chi dovesse insistere in simile atteggiamento verrà immediatamente allontanato dal forum secondo l'insindacabile giudizio dei Moderatori.

10) Chiusura Discussioni
Verrà chiusa ogni discussione dove argomenti o toni non risultino idonei alla linea di condotta del forum. Se nel corso della discussione il topic dovesse degenerare, è data ampia facoltà di intervenire al Moderatore anche con la chiusura del thread.
Per violazioni meno gravi, ad insindacabile giudizio del Moderatore, si potrà procedere alla modifica del messaggio incriminato.

11) Ban Utenti
Il bannaggio di un utente ha come conseguenza la disattivazione del nickname utilizzato. Qualora un utente bannato si re-iscriva al forum e venga scoperto dall'Amministratore o dai Moderatori in atteggiamenti simili a quelli che ne hanno comportato il bannaggio, verrà nuovamente bannato.
Qualora questo utente continui a ri-iscriversi, con l'unico fine di contestare e ostacolare il regolare svolgimento dei post sul forum, si procederà con la segnalazione alle autorità competenti e al provider utilizzato.

12) Messaggi Privati
Se  qualora un utente venisse fatto oggetto di offese personali tramite Messaggio Privato o un MP contenesse oscenità o quant'altro sia palesemente contro il buon senso, sono autorizzati, su segnalazione, a bannare o sospendere l'utente colpevole di questo abuso.

 
13) IL TEAM G.T.S Racing È BASATO SULL' AMICIZIA E NON SUI RISULTATI DEI PILOTI (POI SE VENGONO TANTO MEGLIO) MA IL CONCETTO DEL TEAM È FARE GRUPPO STANDO INSIEME CONDIVIDENDO LA STESSA PASSIONE DEL SIM E DEI MOTORI MA SOPRATTUTTO IL TEAM GURDA LA PERSONA PRIMA DEL PILOTA
14) OGNI PILOTA È TENUTO, PRIMA DI ACCEDERE AL SIMULATORE, AD ACCEDERE AL CANALE UFFICIALE DISCORD PER AGEVOLARE I RAPPORTI SOCIALI DELLA SQUADRA.( ANCHE SE SI EFFETTUANO GARE O PROVE , E BISOGNERÀ ACCEDERE NELLE STANZE DEDICATE DOVE LA QUALE IL PILOTA POTRA SILENZIARSI PER NN ESSERE DISTURBATO)
15) OGNI PILOTA È TENUTO,NEL LIMITE DEL POSSIBILE, AD AVERE UNA PRESENZA FREQUENTE NEL GRUPPO DISCORD PER AGEVOLARE I RAPPORTI PERSONALI CON GLI ALTRI PILOTI (SE QUESTO NON DOVESSE ACCADERE SARÀ LO STAFF AD INTERVENIRE CON UN CHIARIMENTO. SE DOPO QUEST'ULTIMO,SE IL PILOTA TERRÀ ANCORA QUESTO ATTEGGIAMENTO,VERRÀ ALLONTANATO DALLA SQUADRA

15.1) SE DOPO QUEST'ULTIMO, IL PILOTA TERRÀ ANCORA QUESTO ATTEGGIAMENTO,VERRÀ Declassato dal gruppo Piloti Ufficiali GTS Racing Team perdendo i diritti di accesso nell'area setup e livree ma soprattutto nell'area forum del sito, Il pilota declassato NON SARÀ allontanato ma sarà inserito come FriendTeam. Nel caso che il pilota declassato vorrà rientrare nel Team verrà valutato dallo staff


16) OGNI PILOTA È TENUTO OBBLIGATORIAMENTE A ISCRIVERSI AL GRUPPO DISCORD E A ISCRIVERSI AL PORTALE,ACCETTARE IL NOSTRO REGOLAMENTO E PRESENTARSI ALLA SQUADRA
GTS Racing
17) OGNI PILOTA DOVRÀ ESSERE PRESENTE PER LE EVENTUALI DISCUSSIONI DEL GRUPPO IN MODO CHE SIA PARTECIPE AL TEAM
18) OGNI PILOTA DOVRÀ ESSERE CORRETTO SIA COME PERSONA SIA COME PILOTA DENTRO IL GRUPPO E IN PISTA VISTO CHE SI RAPPRESENTA UN CENTRO DI SIMULAZIONE Gabbiani TechnoSim
19) OGNI PILOTA AVRÀ A DISPOSIZIONE LO STAFF PER EVENTUALI LAMENTELE INTERNE ED ESTERNE AL TEAM DOVE LA QUALE SARANNO LORO A TROVARE LA SOLUZIONE O SARANNO LORO A INTERAGIRE AL DI FUORI DEL TEAM CON ALTRI TEAM
20) OGNI PILOTA AVRÀ A DISPOSIZIONE UNA LIVREA CHE DOVRÀ UTILIZZARE SIA IN PRATICA SIA IN GARA. LE LIVREE DEL TEAM SARANNO FORNITE GRATUITAMENTE DALLO STAFF
21) OGNI PILOTA SE NON DOVESSE AVERE LE LIVREE DOVRÀ CHIEDERLE ALLO STAFF
22) OGNI PILOTA AVRÀ A DISPOSIZIONE LO STAFF E I COMPAGNI DI SQUADRA PER ALLENARSI INSIEME E PER INTERAGIRE SU EVENTUALI MIGLIORAMENTI IN PISTA
23) OGNI PILOTA DOVRÀ,ALL'INIZIO DI OGNI SEASON,INDICARE IL PROPRIO CAMPIONATO O CAMPIONATI CHE DISPUTERÀ '(SCRIVENDO SUL PORTALE NELL' APPOSITA CASELLA DEDICATA )
24) OGNI PILOTA A FINE SETTIMANA DOVRÀ POSTARE I PROPRI MIGLIOR RISULTATI DELLA SETTIMANA( E POTRÀ' POSTARE ANCHE EVENTUALI FOTO CHE VERRANNO RIPORTATI SUL PORTALE UFFICIALE)
25) OGNI PILOTA NON AVRÀ NESSUN IMPEGNO NEI CONFRONTI DEL TEAM PER LE PROPRIE SEASON. MA LO AVRÀ SE ACCETTERÀ DI PARTECIPARE A UNA ENDURANCE.
26) OGNI PILOTA DOPO AVER DATO LA SUA DISPONIBILITÀ A RIGUARDO DI UNA ENDURANCE DOVRÀ DARE LA DISPONIBILITÀ' PER GLI ALLENAMENTI DI SQUADRA.
27) OGNI PILOTA PER SAPERE LE NEWS DELLA SQUADRA SUI VARI PROGRAMMI PRESENTI E FUTURI DOVRÀ PASSARE DAL PORTALE UFFICIALE GTS Racing
28) OGNI PILOTA AVRÀ A DISPOSIZIONE L'ACCOUNT UNICO DI REGISTRAZIONE AL PORTALE PER I SETUP DI QUALSIASI MACCHINA.(QUESTI ULTIMI VERRANNO PRESI DA VRS E PRODRIVE.
29) OGNI PILOTA COME DETTO AL PARAGRAFO 16 POTRÀ ACCEDERE AL PROFILO DEL GRUPPO FACENDO UNA DONAZIONE ALLA SQUADRA CHE VERRÀ UTILIZZATA PER EFFETTUARE LE ISCRIZIONI AI SITI DEDICATI ALLA REALIZZAZIONE DEI SETUP .
30) OGNI PILOTA NON È OBBLIGATO AD ACCEDERE A QUESTO SERVIZIO DI SQUADRA E LO POTRÀ EFFETTUARE SINGOLARMENTE SE LO PREFERISCE.
31) OGNI PILOTA AVRÀ A DISPOSIZIONE I VARI PROGRAMMI DA UTILIZZARE SU IRACING

32) IL TEAM DISPONE DI NUMEROSI CANALI SOCIAL DOVE POTETE SEGUIRE LE NOSTRE DIRETTE E STARE AGGIORNATI CON LE NEWS DEL TEAM TRA CUI :CANALE UFFICIALE YOU TUBE - TWITCH - PAGINA FACEBOOK ED INFINE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM .
33) I NUOVI MEMBRI PRIMA DI ENTRARE NEL TEAM VERRANNO SOTTOPOSTI AD UN BREVE PERIODO DI TEST ,SE NON ALTRO PER CAPIRE LA SERIETÀ DEI NUOVI ARRIVATI

33.1)  I NEO PILOTI PER ENTRARE NEL TEAM DOVRANNO AVERE MINIMO 1200 punti IRATING Da questa base e dal comportamento personale,verrà valuto l'ingresso nel Team.


34) Nuovi Piloti
 

34)
I Nuovi Piloti che si iscrivono dovranno effettuare un periodo di prova nel quale saranno tenuti sotto osservazione dai Direttori Sportivi e dai piloti ufficiali in qualunque server e modalità essi siano (ovvero, sia sui server host aperti sul momento, sia nei server di pratica settimanali), per valutarne comportamento, potenzialità, correttezza in gara e voglia di simulare, elementi essenziali per essere un Componente del Team GTS.


Il passaggio a pilota ufficiale, prevede la partecipazione a campionati ufficiali Nazionali ed Internazionali che richiedono il possesso di varie vetture e circuiti,
quindi nel caso l'aspirante pilota possessore solo di poche auto e piste, fosse ancora indeciso del passaggio alla versione completa, potrà prolungare il primo periodo di test a sua discrezione e a tempo indeterminato.

35) 
Seconda parte
Una volta superato il periodo di prova, gli aspiranti, su esplicita dichiarazione da parte del Newbie Director e comunicherà alla commissione, formata dai Direttori sportivi  che  decideranno se far accedere il pilota all'interno del GTS Racing Team, continuare l'osservazione o in casi eccezionali espellerlo direttamente.
Trascorsa  la  parte del periodo di prova dove l'aspirante pilota potrà prendere parte anche a campionati ufficiali nazionali ed internazionali ed avrà la possibilità di utilizzare la skin ufficiale che troverà sul forum, avrà inoltre diritto al tag sul canale discord  (GTS) con il proprio nick .

Il punto di riferimento durante il periodo di prova sarà la sezione “ NEW ENTRY ” , dove  potranno porre domande circa il gioco e non solo.
La figura di riferimento per tutti le new entry è il NewBie Director che si assume il compito di aiutarli ad entrare al meglio nello spirito del team.

E’ fondamentale che i nuovi aspiranti piloti prendano visione sia di questo regolamento che del regolamento sportivo, che li aiuta ad affrontare i momenti critici durante una gara, e specifica il comportamento da tenere in caso di incidenti, sorpassi, bandiere e quant'altro.

Una volta che la commissione deciderà di promuovere l’aspirante, egli diventerà a tutti gli effetti PILOTA UFFICIALE GTS.


36) 
In quanto pilota Ufficiale sarà dotato di skin per tutte le vetture presenti su i-racing; egli dovrà fornire tramite PM alla Direzione Sportiva, il numero prescelto da unire al logo GTS, dopo aver preso visione della lista dei numeri già occupati dagli altri piloti. Avrà inoltre accesso alle sezioni riservate sul forum e potrà partecipare quindi ad eventi e gare Ufficiali sui server privati. Per questo motivo gli verranno fornite le password di accesso qualora si rendesse necessario.

Nota: la password in entrambi i casi sarà fornita dagli Admin o dall'amministratore generale privatamente mediante i mezzi a disposizione (mp, wat app).



Direzione Sportiva

Tutti gli eventi che vengono organizzati in ambito i-racing devono essere vagliati dalla Direzione Sportiva, che provvederà a valutarne l'esito positivo e quindi l'attuazione dell'evento. Tutti i piloti, che vogliano organizzare una gara e/o campionato, devono compilare in formato Word il regolamento, indicando tutti i dettagli del caso (piste, auto, giri, eventuali punteggi/penalità, date ecc) e poi inviarlo alla D.S che ne valuterà la possibile attuazione. Nel caso in cui la D.S. decidesse di approvare l'evento, potrà intervenire (se necessario) alla modifica dello stesso per renderlo più consono e verificare che non vada in conflitto col regolamento ufficiale. Fatto ciò, lo riproporrà all'ideatore che ne valuterà l'eventuale modifica, e in caso di pareri concordanti, verrà incaricato un director affinché proceda con la pubblicazione dell'evento in questione. Eventuali manifestazioni che non siano conformi con quanto scritto, verranno annullate con effetto immediato.

LA DIREZIONE SPORTIVA:
Il nuovo assetto della Direzione Sportiva è il seguente.

Team Principal:
Gianluca Gabbiani
Amministratore: Marcello Bellingheri
Direzione Sportiva: Max Bartolotta
Direttore Tecnico: Augusto Cacciami
Addetto Stampa: Giacomo Lamanna

Il loro compito è quello di monitorare, promuovere e declassare i piloti del team, così come organizzare nuove gare e moderare la sezione apposita del forum.
Cosa fa il Responsabile (Newbie Director) delle New Entry?
Innanzitutto accoglie ed accompagna tutte le nuove leve, attraverso un percorso di formazione, per renderle membri del team consapevoli e responsabili.
Fornisce tutte le informazioni necessarie e cerca di soddisfare tutte le curiosita', nonche' risolvere gli eventuali problemi tecnico/pratici dei membri in prova.
Ha il compito di giudicare il corretto comportamento sia pista che in Discord, parametro essenziale per essere promossi a membro ufficiale, redige un rapporto per ogni pilota inviandolo poi alla DS che ne trarra' le conclusioni.
Il giudizio sul puro talento di guida viene espresso ma non e' determinante quanto il parametro espresso precedentemente.
Organizza test di guida sul server demo e veri e proprie gare test ufficiali, dalle quali, secondo il rapporto fornito, la DS puo' anche decidere promozioni anticipate.
Il Responsabile delle New Entry e' il primo a desiderare che ogni persona in prova diventi membro ufficiale al piu' presto, non prova alcuna strana soddisfazione personale nell'allungare il periodo di prova.
ed Il compito delle New Entry?
I piloti in prova hanno l'obbligo di riferire al Responsabile ogni loro difficolta', sia che si tratti di un problema tecnico che di un problema ambientale/personale con il team stesso; il Responsabile provvederà' ad informare la DS quando queste difficoltà' saranno di una gravita' tale da richiedere un intervento della stessa; in tutti gli altri casi sara' il responsabile stesso a cercar la soluzioni piu' appropriata.
Questi piloti, inoltre, devono, per quanto concerne le loro possibilità' di tempo, partecipare ai test ed agli eventi organizzati dal responsabile, il quale cerchera' in ogni modo di assecondare tutte le eventuale esigenze.
I piloti devono assolutamente dimostrare Fair Play e conoscenza dei regolamenti; e' di gran lunga preferibile un pilota lento ma corretto che uno veloce ma irrispettoso verso gli altri presenti in pista.
Quando un pilota si sente in disaccordo col responsabile e' pregato di informarlo tempestivamente in privato, affinche tutto si risolva e chiarisca senza conseguenze.
Un membro in prova, dovrebbe serenamente accettar le eventuali critiche e consigli provenienti dal Responsabile, espressi sempre e comunque per raggiungere un unico e preciso obiettivo: diffondere lo spirito di amicizia, correttezza e lealta' su cui poggia le fondamenta il team stesso.

37)
Regole generali e per Competizioni Ufficiali

38):
Netiquette e condotta generale di gara

E’ vietato spammare o floodare e usare parole offensive/bestemmie.
Cercare di mantenere quindi un comportamento corretto verso gli altri utenti/piloti del server, evitando di imbastire inutili polemiche che ledono alla sportività della simulazione.
Segnalate ai moderatori/Direzione Sportiva qualunque tipo di comportamento “poco corretto” e volontariamente ripetuto di suddette persone, i quali prenderanno i dovuti provvedimenti in merito.

E’ compito di ogni pilota gareggiare in modo onesto e pulito, rispettando quelle norme di “fair-play” che sono alla base di tutte le competizioni sportive.


39) 
Partecipazione agli eventi

E’ compito di ogni pilota presentarsi nel server con almeno 10/15 minuti di anticipo rispetto all’orario prefissato di inizio gara, in modo da evitare spiacevoli ritiri .

40):
Bandiera Gialla

E’ vietato il sorpasso in fase di bandiera gialla. L’unica eccezione è consentita se il pilota ha subito un sorpasso in fase di bandiera gialla, e può quindi riprendersi la posizione persa.


41):
Bandiera Blu

Durante la pratica e le qualifiche, le bandiere blu sono evitate.
Durante la gara, è responsabilità del doppiato lasciar passare il pilota che sopraggiunge senza creare incidente e senza recare un ritardo significativo per il pilota che sopraggiunge. Come linea guida, il doppiato deve lasciare la traiettoria ideale o comunque diminuire la velocità, lasciandosi sorpassare facilmente. Se in prossimità di curva, il doppiato dovrà eseguire la normale traiettoria, salvo stringere la curva in uscita, permettendo quindi al pilota che sopraggiungere di compiere la traiettoria ottimale. Se in rettilineo, il doppiato dovrà obbligatoriamente mantenere la propria traiettoria, e lasciare il gas quando il pilota che sopraggiunge è prossimo al sorpasso o si è già affiancato.

42):
Prima curva (Turn one)

E’ responsabilità del pilota evitare il contatto con l’auto di fronte e nello stesso tempo l’eventuale/i auto che si trova/trovano di fianco ad esso. Frenare eccessivamente in ritardo o avere contatto con un’auto senza possedere sufficiente spazio per il sorpasso (vedi punto G2.0) è considerato trasgressione al regolamento.

Tutti i piloti sono invitati a dare un leggerissimo colpetto di freni prima di effettuare la frenata vera e propria, in modo da avvisare i piloti che seguono che si ha intenzione di frenare, o comunque frenare leggermente prima del punto desiderato, applicandone la minima forza, per poi raggiungere il punto vero e proprio di frenata.
E’ inoltre consigliato di evitare improvvisi cambi di traiettoria, che potrebbero portare a dei report dagli altri piloti.


43):
Sorpasso e diritto di traiettoria

L’auto che si trova davanti ha il diritto di scegliere la propria traiettoria su un tratto rettilineo di circuito. Può inoltre effettuare una mossa per bloccare un’eventuale attaccante e proteggere quindi la propria posizione, ma dovrà poi mantenere la nuova posizione assunta fintanto che non si arriva nei pressi della curva successiva. A quel punto il pilota davanti può ritornare alla normale traiettoria di gara e scegliere quindi la linea migliore per effettuare la curva.
L’auto davanti ha quindi il diritto di scegliere la propria traiettoria migliore tra le varie curve, anche in funzione dell’eventuale guida difensiva che il pilota vuole applicare (es: mantenendo una linea stretta per tutta la curva costringendo il pilota che segue a tentare il sorpasso su una traiettoria più esterna). Questo tipo di approccio alle curve non viene considerato come intralcio alla guida ma come parte del normale stile di guida.

Al pilota che si trova davanti è vietato qualunque tipo di mossa considerata eccessiva (del tipo, frenare improvvisamente e senza motivo in un tratto veloce di pista), poiché potrebbe venir considerata come “guida non coerente”, e quindi sanzionata. E’ possibile tuttavia che esegua traiettorie diverse dal normale, come per esempio anticipare di poco la frenata o impostare la curva prematuramente o più tardi del normale. E’ anche nella sua natura che compia eventuali errori di guida.

E’ compito quindi del pilota che si trova dietro anticipare la possibilità che il pilota in fronte potrebbe voler sfruttare uno spazio maggiore di frenata, e quindi dovrebbe mantenere sempre una certa distanza dall’auto che precede, soprattutto in prossimità di curva, in modo da poter agire con tempo a sufficienza ad eventuali manovre del pilota davanti. In poche parole, il pilota che si trova dietro ha la responsabilità di evitare per quanto possibile il contatto con l’auto che si trova davanti, anche se potrebbe costringerlo a eseguire una manvora che lo porti fuori strada.

E’ altresi responsabilità del pilota dietro eseguire un sorpasso sicuro prestando la massima attenzione.
Come linea di massima, il pilota dietro acquisisce diritto di traiettoria quando gli specchietti della sua vettura sono all’altezza dei fari posteriori dell’auto davanti o, in caso di vetture a ruote scoperte, all’altezza della carrozzeria (esclusi eventuali spoiler o alettoni).
A questo punto, il pilota che si trova davanti, è obbligato a lasciare la traiettoria libera all’avversario, mantenendo quindi, in fase di impostazione di curva, una traiettoria esterna per tutto l’arco della curva, o una traiettoria interna sempre per il medesimo arco (con arco di curva si intende dal punto di frenata al punto di uscita dalla curva stessa, quando quindi il pilota si ritroverà con il volante dritto).

Essendo molto difficile stabilire con precisione, in condizioni di gara, se è effettivamente rispettata questa regola, sta al “buon senso” dei piloti valutare se è il caso di azzardare l’ingresso in curva o se invece lasciare spazio e accordarsi alla vettura che precede. Il pilota davanti dovrà comunque prestare massima attenzione alla vettura che sta tentando di sorpassarlo, onde evitare spiacevoli conseguenze (toccate che potrebbero portare all’uscita di pista da parte di uno o entrambi i piloti).

Ogni eventuale reclamo o appello da parte dei piloti circa il mancato rispetto di questa regola, dovrà essere segnalato con un protest su sez.i-racing che valuterà attentamente la situazione e quindi deciderà se penalizzare il pilota.


44):
Entrata ed uscita per i Pit

 Entrata ed uscita Pitline
e’ obbligatorio il rispetto della segnaletica orizzontale e del limite di velocità.
Penalità: Drive trough .

I piloti che si trovano in pista hanno sempre il diritto di traiettoria, rispetto a colui/coloro che esca dai pit.

Le vetture che sono già sulla corsia dei pit hanno diritto di traiettoria sulle vetture che stanno entrando/uscendo dagli stalli.

45):
Rientro in pista dopo incidente

Ogni pilota che sia coinvolto in un incidente da bandiera gialla, deve, prima di rientrare in pista, verificare che non sopraggiunga qualcun altro. E’ vivamente consigliato rientrare in pista con l’auto parallela alla pista stessa, in modo da avere una visuale anche su chi sta sopraggiungendo dietro. Se l’auto si trovasse, dopo l’urto, perpendicolare alla pista, il pilota dovrà aver cura di rimettersi in marcia attendendo che ci sia sufficiente pista libera per poter far manovra senza intralciare eventuali auto, e senza costringere i piloti che sopraggiungono a improvvisi cambi di posizione dovuti al vostro, seppur lento, spostamento. E’ altresi sconsigliato, nei limiti del possibile, effettuare la retromarcia, in quanto ci si potrebbe ritrovare in una posizione pericolosa e si potrebbe diventare causa di incidenti ulteriori.

Il pilota che eventualmente sia stato “causa” dell’incidente, deve attendere il pilota incidentato e cedergli la posizione acquisita per colpa dell’incidente, anche se questo può provocare un’ulteriore perdita di posizioni. Chiunque trasgredisca a questa regola sarà avvisato con un warning all’interno del Team.

46):
Comportamento in pista

Mostrare un comportamento negativo verso un altro pilota può portare ad ulteriori warning all’interno del Team, ove ci siano molti avvisi la Direzione Sportiva potra’ decidere di espellere il pilota.

linee guida :

47):
La partenza
Cominciamo, ovviamente, dalla partenza. Di solito la maggior parte di noi, se non si trova già in pole, cerca di guadagnare il maggior numero di posizioni possibile, nella fase di partenza. La vicinanza con gli avversari, gonfia l’opportunismo che c’è in noi e giustifica rischi eccessivi per guadagnare più posizioni possibili. Scattano anche giustificazioni personali che si basano su opinioni maturate in altre occasioni. (esempio. Io sono più veloce di solito dal pilota Xx che però si è qualificato 4 posizioni più avanti di me a causa del traffico in qualifica. Devo subito sorpassare i 3 piloti davanti, perché se no mi andrà via Xx che comunque posso battere) Cosi ci si ritrova alla prima curva a tirare la frenata al massimo cercando di guadagnare metri preziosi e sorpassare cosi più piloti possibili. Peccato che il pensiero spesso è comune nella maggioranza dei piloti che formano la griglia. Si arriva cosi alla prima curva con una media di 10 piloti che frenano in ritardissimo. Qualcuno si intraversa, qualcuno tampona quello che ha davanti, insomma si fa presto a creare il danno in mezzo a tante auto portate al limite in uno spazio molto stretto.

Bisogna spostare sempre la nostra concentrazione sull’avversario più vicino. Se siamo al 10mo posto nella linea di partenza, il nostro avversario principale è il 9° e non i primi 3! Determinando il nostro vero avversario e concentrandosi su questo, si eliminano di colpo rischi inutili, non si cerca di sopravanzare più di una posizione e si riesce a gestire anche possibili emergenze in questa delicata fase della partenza.

Nota: Il pilota è opportunista da sempre, è nella sua natura. Perciò non dico che bisogna assolutamente evitare un sorpasso di più di una macchina in fase di partenza se si ha l’opportunità di farlo. Mai con rischi inutili però e avere la giusta mentalità su chi è il nostro principale avversario, aiuta a diminuire le azioni azzardate. Ricordatevi, se una mossa vi sembra rischiosa, allora nella maggioranza dei casi, si trasformerà in un incidente.

48):
Gareggiare
Non è un caso che quasi in tutte le gare che si svolgono su circuiti stradali (gli ovali sono una modalità di gara del tutto diversa), la pitboard mostra i distacchi solo di chi ci insegue e di chi ci precede. Queste sono le uniche informazioni che ci interessano. Prima di andare a vincere una gara bisogna occuparsene di chi ci precede e difendersi da chi ci insegue. Concentrandosi su questi principi, e se siamo abbastanza bravi, la vittoria arriverà da sola o per lo meno guadagneremo un piazzamento adeguato alle nostre possibilità. Se invece il nostro unico pensiero è come sbarazzarsi velocemente degli avversari per arrivare primi, è facile che correremo rischi inutili che spesso portano a incidenti, eliminando cosi ogni speranza di piazzamento, figuriamoci di vittoria.

Anche se siete terzi e siete convinti di poter lottare per la vittoria per manifesta superiorità di prestazioni nei confronti di chi sta nelle prime due posizioni, concentratevi sempre sull’avversario diretto. Colmate il gap che vi separa girando sempre costanti e non cercando di sforzarvi oltre le vostre possibilità velocistiche. E’ difficile o per lo meno molto raro che in gara un pilota riesca ad andare più veloce dei tempi che in media riesce a registrare nelle sessioni di allenamento. Non fatevi prendere dalla foga e cercate di mantenervi su questi tempi. Cercando di spingere oltre per andare ancora più veloce, quasi nella totalità di casi, porta ad un giro buono e un giro con qualche grave errore. Se vi va bene, perderete solo tempo inutile sprecando il precedente giro buono, se vi va male, finirete fuori pista perdendo qualche posizione o nella peggiore dei casi, sarete costretti ad abbandonare una gara che come minimo vi avrebbe regalato la 3° posizione nell’esempio sopradescritto.

49):
Il sorpasso
L’arte estrema dello sport automobilistico. Ci sono esempi di piloti velocissimi che semplicemente non sanno sorpassare, e viceversa di piloti non particolarmente brillanti che invece riescono a sorpassare con facilità. Strategia, studio, psicologia, abilità, tecnica, esperienza, tutte doti che devono essere sfruttate a dovere per riuscire ad ottenere un buon sorpasso. Non ci stancheremo mai di sottolineare l’importanza di studiare bene l’avversario, possibilmente più di un giro. Solo studiando con pazienza l’avversario si riesce a capire il suo comportamento, trovare i punti deboli e scegliere il giusto momento per tentare il sorpasso. Inoltre nella fase di sorpasso bisogna sempre avere un piano alternativo, perché se per qualsiasi motivo, il sorpasso non vi riesce, dovrete essere pronti a rientrare in traiettoria senza danni per voi, la vostra macchina e ovviamente l’avversario. Il classico sorpasso disperato che spesso si vede nelle gare online, è una della più comuni cause di abbandono, e provoca malcontento a piloti, team manager e organizzatori, nonché inutili polemiche fra amici nel dopogara. L’errore nelle gare ci sta, e se succede tutti si fanno una ragione, ma provocare l’errore prendendo rischi insensati tentando sorpassi disperati, di sicuro non aiuta. Ricordate inoltre che la responsabilità sta quasi sempre ed esclusivamente dalla parte di chi tenta il sorpasso, perché è lui che decide quando e come farlo. Cosi, tranne che in rarissime eccezioni, sarà chi ha tentato il sorpasso sbagliato a subire non solo le conseguenze dell’incidente ma anche le penalità degli organizzatori…

Ancora una volta, studiate il vostro avversario. Non potete sorpassare subito per andare a prendere chi sta più avanti… se vi è già capitato con successo, è stata solo fortuna, e prima o poi la fortuna sparisce. Concentratevi su chi avete davanti o indietro, mai su chi sta davanti a voi di 3-4 posizioni. Esiste anche un fattore che non sempre viene considerato e può portare a brutte sorprese. Il pilota davanti a voi, potrebbe essere molto esperto e potrebbe cambiare il suo stile di guida per sorprendevi. Se siete arrivati alle spalle di un pilota e vedete che in due curve simili frena 50m prima di voi, non è detto che quando tenterete il sorpasso lui non stava fingendo e riesca a frenare 10 metri dopo di voi. Questo potrebbe significare un sorpasso perso, ma se va veramente male e vi coglie a sorpresa oppure vi fa perdere il riferimento del punto di frenata, potrebbe anche significare un’uscita di pista o un incidente… non la cosa migliore. Studiare l’avversario vuol dire, restare a distanza ravvicinata ma sicura, osservare i punti di frenata e di accelerazione, le traiettorie e il modo in cui controlla la macchina. Dopo potete cominciare a fargli pressione, uscendo dalla scia e tentando finti sorpassi, per vedere come reagisce, se ha voglia di resistere oppure se preferisce cedere la posizione. Non seguitelo mai incollati sul suo paraurti soprattutto nei punti di frenata, perché è facile perdere i riferimenti oppure restare vittima di un suo errore di valutazione o perdita di controllo. Inoltre facendo pressione all’avversario non è raro che costui sbagli e ceda la posizione senza alcun rischio dalla vostra parte. Un regalo sempre molto gradito. Ricordatevi sempre che la distanza fra le due vetture può essere fissa in termini di tempo, ma è molto relativa alla velocità delle due auto.
Facciamo un esempio per rendere la situazione più chiara. Due auto sfrecciano sul rettilineo di Monza a 200km/h (55.5metri/secondo)… il loro distacco sulla linea di partenza sono 0.25sec che prima che qualcuno obbietti vuol dire che sono divisi da una distanza di ben 14metri! Una situazione del tutto accettabile no? Arrivando alla prima variante le due auto devono frenare fino a 50km/h (13.8metri/sec). Ipotizziamo che le due auto (e i due piloti) riescano a frenare nello stesso momento e con la stessa efficacia mantenendo cosi il loro distacco temporale stabile (0.25sec) A 50km/h, un distacco di 0.25sec equivale in 3.5metri. Considerando che il distacco (e la distanza) viene misurata dal muso della prima auto, al muso della seconda, e considerando la lunghezza media di una auto è superiore ai 4m… vuol dire che il muso della macchina inseguitrice si trova più o meno a livello dei sedili posteriori della macchina che precede… Insomma se la macchina davanti a voi non è una mini o una fiat abarth… l’avete buttato fuori! Inoltre tenete presente che su questo esempio i due piloti frenano esattamente nello stesso istante temporale e non nello stesso punto spazio come invece accade nella realtà peggiorando ancora di più la situazione. E non abbiamo neanche preso in considerazione auto differenti. Conclusione, se state inseguendo e non volete sorpassare, uscite sempre di scia, frenate in anticipo e sempre con un margine di sicurezza.

50):
Difendere la posizione
Non sempre si riesce ad avere la meglio in termini di prestazioni. Capita, si spera raramente, a dover subire gli attacchi di un avversario più forte di noi. Fortunatamente non esiste nessuna regola che ci impone di lasciar strada a chi ci insegue, anzi spesso un pilota che resiste con successo agli attacchi dell’avversario, offre spettacolo e diventa “complice” di bellissimi duelli. Ma è sempre un bene difendersi a tutti i costi? Ovviamente la risposta scontata è no. Difendersi vuol dire rallentare il nostro ritmo di gara e se da una parte magari ci permette di mantenere la posizione contro il diretto avversario, a lunga durata una difesa può creare nelle nostre spalle un trenino agguerrito di avversari che non vedono l’ora di sorpassarci. Così invece che mantenere la propria posizione, si rischia di perderne diverse. Bisogna valutare di volta in volta la situazione. Se mancano pochi giri allora sicuramente vale la pena di provare a non cedere la posizione. Se invece ci troviamo nella prima metà di gara e chi ci insegue guadagna 3 secondi sul giro… forse non ha molto senso resistere più di tanto.

Resistere è comunque una scelta buona e giustificata, può scoraggiare l’avversario dal tentare un attacco decisivo, e sicuramente rende le gare più piacevole e agonistiche, d’altronde si corre per il gusto dell’agonismo no? Tuttavia non bisogna esagerare. Restate sempre nei limiti della sportività e non cambiate corsia in rettilineo più di una volta. Se decidete di restare esterni, lasciate sempre un po’ di spazio per l’avversario, oltre ad essere corretta è anche una mossa intelligente visto che se l’avversario non ha spazio e si appoggia contro di voi, sarete voi a finire fuori pista. Se decidete di restare interni invece, tenete presente che dovrete frenare un po’ prima perché sarete costretti ad una entrata in curva più stretta e di conseguenza ad una velocità minore. Non fate la gara a chi frena più in ritardo. Potete far finta di frenare molto prima, portando anche l’avversario ad una frenata anticipata, poi mollate il freno e rifrenate poco più avanti, beffando il vostro avversario. Se avete studiato a dovere, vedrete che spesso funziona.

51):
Difendere la posizione
I doppiaggi
Ricordate sempre che Il doppiato è un pilota che è in pista per un posto nella classifica finale. Per una miriade di motivi si trova ad essere doppiato ma questo non lo rende di colpo invisibile e inesistente. Merita il totale rispetto e di sicuro non dovete mai aspettare che si sposti fuori pista per farvi passare all’istante. Anche se è giusto aspettare un trattamento migliore e bassa resistenza al sorpasso, non prendetelo per scontato. Per un sacco di motivi potrebbe resistere, anche per errore, ma voi dovete essere sempre pronti all’imprevisto perché un incidente penalizzerà sicuramente più la vostra gara che la sua. Se invece siete voi ad essere doppiati, ricordatevi che se siete in duello con un vostro avversario avete ogni diritto di non spostarvi subito e continuare il duello in quell'istante. Ricordatevi però che dovete pur dare strada a chi vi sta per doppiare. E’ sempre meglio farlo in un lungo rettilineo e non in prossimità di curva. Inoltre un errore che si vede molto spesso, in uscita di curva non spostatevi subito fuori traiettoria. Per fare questa manovra dovete togliere il piede dall’acceleratore e rischiate anche di perdere il controllo. Se poi chi vi sta per doppiare è molto vicino, rischia di tamponarvi. Restate invece in traiettoria, sfruttando la massima accelerazione della vostra vettura e lasciate a chi sta per doppiarvi la scelta di uscire di scia e affiancarvi. Solo in quel momento potete alzare il piede dal gas per agevolare la manovra

Il doppiaggio è una grande occasione per aumentare il gap dal vostro avversario oppure per diminuirlo. Resta il fatto che lui potrebbe essere più bravo o più fortunato di voi nell’effettuare la manovra. Questo non vi da assolutamente il diritto di spingere il doppiato fuori strada per guadagnare tempo. Così sono le gare, fatevi una ragione e continuate a spingere. I piloti più esperti riescono a modificare di poco il loro ritmo per poter trovare i doppiati in punti del tracciato dove è facile sorpassarli, pensate in anticipo su come fare, a volte è più facile di quel che sembra.

52):
I pitstop
In regime di bandiere gialle è anche possibile effettuare pitstop: in tanti si precipiteranno a cambiare le gomme e rifornirsi proprio perché si perde relativamente molto meno tempo rispetto ad una gara in piena velocità con bandiera verde. E' molto utile saper effettuare un buon pitstop e non perdere tempo, perché è qui che si guadagna un bel po' di tempo oppure lo si perde! L'allenamento per trovare la giusta posizione è una cosa da non tralasciare, cosi come l'entrata e l'uscita seguendo le vie apposite. Indovinare il momento giusto per entrare nei pits è una delle cose che distinguono i bravi piloti con i veri campioni, anche se da sola non basta. Tantissime gare comunque, sono state vinte o perse in un pit stop per merito di strategie spesso impensabili e molto originali: esempio nelle gare sprint, assetti fatti apposta per consumare principalmente un treno di gomme invece che tutte e quattro. Sembra assurdo ma quando farete il vostro unico pit cambiando soltanto due gomme, vi renderete conto del tempo in meno necessario per effettuare il pit stop e della differenza che avrete guadagnato nei confronti dei vostri avversari! Questo è solo un piccolo esempio mentre in realtà i migliori piloti, aiutati anche dalla loro esperienza, spendono gran parte del loro tempo per trovare la giusta strategia piuttosto che limare qualche centesimo al loro giro migliore!

 LO STAFF DEL GTS Racing Team SI RISERVA LA POSSIBILITÀ DI MODIFICARE IL SUDDETTO REGOLAMENTO E A INFORMARE I MEMBRI DI EVENTUALI NUOVE DISPOSIZIONI.
SIETE GENTILMENTE PREGATI DI ACCETTARE IL NOSTRO REGOLAMENTO CON UN SEMPLICE MESSAGGIO
"ACCETTO IL REGOLAMENTO"

Link al forum! 

Calendario